La tenuta di Castelporziano diventa “sociale”: sarà colonia per 500 disabili

La tenuta presidenziale di Castelporziano si apre ai disabili. In 500, tra ragazzi e adulti, vi passeranno l’estate, un po’ come se fosse una colonia. A rendere nota l’iniziativa è stato lo stesso Quirinale, spiegando che il progetto sarà realizzato «con le risorse del segretariato generale della Presidenza della Repubblica già disponibili per iniziative di coesione sociale».

«Un aiuto concreto alle famiglie»

Il progetto, ha fatto sapere il Colle, è stato voluto dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per dare vita a un «concreto e gratuito sostegno alle persone disabili e alle loro famiglie». Dal punto di vista organizzativo l’iniziativa, che prenderà il via il 15 giugno e durerà fino al 30 agosto, sarà gestita in collaborazione con il Comune di Roma e la Regione Lazio: Quirinale ed enti hanno stipulato un apposito protocollo d’intesa, «che consentirà – si legge in una nota del Colle – un pieno coinvolgimento delle strutture e delle associazioni operanti nel settore, in ambito comunale e nei territori limitrofi».

Tra mare e parco

In particolate Campidoglio e Regione Lazio selezioneranno i gruppi di partecipanti, che saranno composti ciascuno da circa trenta persone e saranno ospiti della tenuta dal lunedì al venerdì, per l’intera giornata. Per i partecipanti all’iniziativa sono stati predisposti locali per l’accoglienza all’interno della Tenuta e sono state messe a disposizione strutture balneari sulla spiaggia di Castelporziano. Sono inoltre previste visite naturalistiche nel parco.