Raptus omicida a Reggio Calabria, uccide a coltellate moglie e suocera

Raptus di follia, con due vittime. Un uomo di 55 anni, Pasquale Laurendi, ha ucciso la scorsa notte a coltellate, a Reggio Calabria, al culmine di una lite, la moglie Antonia Labella, di 53 anni, e la suocera Antonia Cicciù, di 83. Laurendi è stato arrestato dalla polizia poco dopo l’omicidio mentre tentava di fuggire. Il duplice omicidio è accaduto la scorsa notte in casa della coppia, un’abitazione popolare nella zona sud di Reggio Calabria. Laurendi, dopo essere stato fermato, è stato portato nella questura di Reggio Calabria e sottoposto ad interrogatorio dai funzionari della Squadra mobile. Al momento non è stato reso noto il movente della lite, al culmine della quale Laurendi ha ucciso la moglie e la suocera, con le quali, a quanto pare, c’erano da tempo dissapori. I due figli della coppia, al momento del duplice omicidio, non erano in casa. A chiamare la polizia sono stati alcuni vicini di casa, allarmati dalle grida provenienti dall’abitazione di Laurendi e della moglie.