Nozze e balli per Cesare Battisti sulla spiaggia di San Paolo

Cesare Battisti, l’ex terrorista dei Pac, Proletari armati per il comunismo, condannato all’ergastolo in via definitiva in Italia per quattro omicidi commessi durante gli anni di piombo, si è sposato in Brasile. Le nozze con Joice Lima, sua compagna da diversi anni, sono state celebrate in una spiaggia di San Paolo con rito afro-cattolico. Tra gli invitati anche il responsabile per i Diritti umani della città ed ex senatore, Eduardo Suplicy. Il matrimonio si è tenuto in un camping di Cananeia, sul litorale di San Paolo.

Con le nozze l’espulsione per Battisti si allontana

Su Battisti, che oggi ha 60 anni, pesa un ordine di espulsione disposto da un giudice federale brasiliano il 3 marzo. Contro la sentenza Battisti aveva annunciato ricorso in appello. Con le nozze, tuttavia, l’esecuzione dell’ordine di espulsione si allontana: infatti le nozze dovrebbero garantirli un permesso di soggiorno permanente. Dopo la condanna in contumacia, l’ex attivista del gruppo Proletari Armati per il comunismo è stato per anni latitante in Francia, Messico e infine in Brasile.