La nave di Marino affonda: si dimette l’assessore renziano Improta

Ha abbandonato il sindaco Ignazio Marino anche uno dei big della sua giunta, l’assessore ai Trasporti Guido Improta. Un segnale che suona come un “de profundis” per la giunta capitolina, visto che Improta è un fedelissimo di Matteo Renzi e che da Palazzo Chigi ogni giorno arrivano bordate contro la disastrosa amministrazione Marino. «L’onestà non basta. E se sarà necessario procederemo con lo  scioglimento del Comune», ha detto domenica il ministro Maria Elena Boschi ribadendo di fatto la linea espressa in questi giorni dal premier. Il sindaco chirurgo non l’ha presa molto bene ed è sempre di più sull’orlo di una crisi di nervi: subito dopo le dimissioni dell’assessore Improta ha convocato in Campidoglio tutti i consiglieri di maggioranza. Un addio che apre uno scenario di possibile rimpasto della giunta guidata dal chirurgo dem se non addirittura una vera e propria crisi.

Dopo Improta scappa anche l’assessore Scozzese?

Improta, che come assessore ai Trasporti del Comune di Roma ha inanellato una serie di figuracce memorabili, non lascia un grande ricordo tra i cittadini romani, costretti a viaggiare su un trasporto pubblico da città del terzo mondo. Inutilmente l’ormai ex assessore ha cercato di ridimensionare le conseguenze politiche di queste dimissioni: «La mia esperienza era a termine e questa era una cosa nota e l’avevo detto in tempi non sospetti: aderisco alla richiesta del presidente Orfini e del vicepresidente nazionale Serracchiani a non far assumere significato politico a una scelta personale». Una dichiarazione che invece va in conflitto con quanto dichiarato qualche giorno prima. «Io sono tranquillissimo, stiamo lavorando tutti. Abbiamo tanto lavoro da fare», aveva detto ai cronisti. Un voltafaccia clamoroso in meno di 48 ore. Gli ordini di Palazzo Chigi sono stati prontamente eseguiti. Sull’orlo delle dimissioni ci sarebbe anche l’assessore al Bilancio, Silvia Scozzese. Un altro addio prima che la nave di Marino affondi definitivamente.