Mattarella dà un “aiutino” a Renzi: «L’Italia sta tornando a crescere»

Mattarella esterna in appoggio a Renzi sulla politica economica. Così afferma  il Capo dello Stato, in un messaggio inviato ai giovani industriali. “Dopo un lungo e sofferto periodo di crisi, con pesanti conseguenze in termini di perdita di capacità produttiva e posti di lavoro, segnali incoraggianti indicano che l’Italia torna a crescere”. Mattarella vede rosa. “Dobbiamo cogliere questa opportunità per portare il paese su un sentiero di sviluppo più elevato, cruciale per ridurre la disoccupazione”. “I temi che affronterete in questi giorni – ha aggiunto nel messaggio ai giovani industriali – rendere più efficienti la giustizia e la pubblica amministrazione, ridurre la spesa pubblica improduttiva, investire in conoscenza e istruzione oltre che in infrastrutture, sono rilevanti”. “Sono certo – ha concluso  Mattarella _ che in questo percorso di cambiamento non mancherà l’apporto significativo di voi giovani imprenditori, chiamati a contribuire a definire risposte alle sfide impegnative che ci attendono per uno sviluppo sostenibile, in un contesto globale sempre più competitivo”.

Parlando poi all‘Expo di Milano, Mattarella è entrato nello spinoso tema della corruzione. “Il contrasto all’illegalità e alla corruzione deve essere severo” e bisogna recuperare “il bene comune che si fonda su legalità e trasparenza”, facendo “prevalere sentimenti di coesione”. E il “successo dell’Expo “ne è un esempio perché è stato possibile grazie a una “iniziativa bipartisan di dieci anni del sindaco Letizia Moratti e dell’ex premier Romano Prodi”. E’ una giornata di esternazioni a tutto campo per Mattarella, che parla anche delle migrazioni: tale fenomeno  deve essere affrontato “con saggezza e umanità”, accogliendo chi fugge e stroncando “traffici indegni”: ma soprattutto “puntando sulla cooperazione, la riduzione delle disuguaglianze”.