Madrid, battuta antisemita su Twitter. Nei guai un consigliere di Podemos

Il nuovo sindaco di Podemos di Madrid Manuela Carmena, appena eletta, deve già affrontare una crisi politica per la polemica innescata dalla pubblicazione sulla stampa di una barzelletta antisemita diffusa nel 2011 su Twitter da un consigliere comunale del partito ‘neo-indignado’, Guillermo Zapata, di cui si parlava come del possibile nuovo assessore alla cultura. Zapata si è scusato pubblicamente, spiegando di essere sempre stato un amante dello ‘humour nero’ e ha chiuso il suo account Twitter. Ma sui social network è bufera, centinaia di internauti hanno chiesto le sue dimissioni.

Bufera su twitter: tutti invocano le dimissioni di Zapata

L’hashtag #ZapataDimision è già un trend topic. La barzelletta pubblicata nel 2011 chiedeva “Come mettere 6 milioni di ebrei in una seat 600? Nel portacenere”. Il consigliere di Podemos ha precisato di “condannare fermamente ogni tipo di razzismo e ovviamente l’antisemitismo”. La leader del Partido Popular a Madrid, ora all’opposizione nel consiglio comunale, ha chiesto a Carmena di allontanare il consigliere, altrimenti, ha affermato, “sarà complice di questi orrori”. Anche il segretario del Psoe Pedro Sanchez, il cui partito ha sostenuto la candidata di Podemos a Madrid, ha definito il contenuto del tweet di Zapata “inadeguato per qualcuno che aspira a diventare assessore alla cultura di una città aperta e tollerante come Madrid”. Del caso si è occupato anche The Jerusalem Post.