L’addestramento dei bambini-soldato nell’ultimo video dell’Isis

I bambini di nuovo protagonisti di un video dell’Isis. Stavolta li si vede rivolgersi ai «crociati» e minacciare di «uccidere il presidente Obama», sfidando il suo esercito e quello di altri Paesi. A dare notizia del filmato è stato il Site, il controverso sito di monitoraggio del jihadismo online diretto dall’esperta di terrorismo islamico Rita Katz.

L’addestramento militare dei bambini

Nel filmato, diffuso dai terroristi della provincia siriana di Raqqa, si vede l’addestramento militare dei bambini. In particolare, vi compare un bambino di un’età compresa fra gli 8 e i dieci anni, in mimetica grigio-nera e cappuccio nero in testa. Il piccolo sta seduto ai piedi di un albero tiene un kalashnikov in manoIn un altro momento del video, si vede il bambino steso a terra che spara con una mitragliatrice pesante. Ma sono una decina i bambini che si riconoscono dai fotogrammi pubblicati su Twitter. Tutti a volto scoperto, vestiti con la mimetica e con un kalashnikov in mano. 

Ma l’Isis perde una città strategica

Ma dai dintorni di Raqqa arrivano anche notizie diverse: le forze curde dell’Ypg e i gruppi di ribelli siriani hanno strappato all’Isis il controllo del valico di confine con la Turchia a Tal Abyad, a Nord della capitale dello Stato islamico. Tal Abyad era un punto di passaggio strategico per i rifornimenti del Califfato, che la controllava dal gennaio 2014. «Ora dovranno spostare i propri rifornimenti centinaia di chilometri a ovest, nella provincia di Aleppo», ha commentato il portavoce dell’Osservatorio siriano per i diritti umani, Rami Abdel Rahman.