Due immigrati arrestati: aggredirono e tentarono di uccidere due italiani

Un altro gravissimo fatto di cronaca, altre polemiche infinite, ancora una volta gli stranieri protagonisti di episodi violenti e alla fine manette scattate ai polsi dei responsabili. Due immigrati sono stati arrestati dalla squadra Mobile di Verona per tentato omicidio di due italiani aggrediti con coltelli e manganelli telescopici, procurando lesioni gravi.

 Gli immigrati seminarono terrore nel bar

Solo per un caso fortuito l’aggressione non è finita in omicidio. Il fatto avvenne lo scorso 20 febbraio quando i due indagati, un tunisino e un algerino, entrarono in un bar scatenando un putiferio, assalendo i due veronesi violentemente. Le due vittime riuscirono a salvarsi la vita solo per la prontezza di reazione, ma ne uscirono piuttosto malconci, riportando ferite serie. Minuti di terrore, ci fu una fuga generale degli avventori dal bar, alcuni dei quali chiamarono il 113. Grazie alle telecamere degli esercizi commerciali, la polizia è riuscita a identificare gli aggressori e a individuare dove si erano nascosti. La Mobile scaligera non è riuscita ancora ad accettare i motivi dell’aggressione. Sulla base degli elementi raccolti la procura di Verona ha emesso un provvedimento restrittivo nei confronti dei due stranieri che sono stati arrestati nella notte.