Gli avventurosi 80 anni del Dalai Lama, cercando sempre conoscenza e libertà

Migliaia di persone hanno festeggiato, nella città indiana di Dharamsala, sede del governo tibetano in esilio, gli 80 anni del Dalai Lama. «Resterò in salute per almeno altri 20 anni, come mi ha assicurato il mio dottore», ha scherzato la massima autorità spirituale dei tibetani.

«Un semplice monaco buddista»

Secondo il calendario gregoriano, il compleanno del Dalai Lama cade il 6 luglio, quando sarà festeggiato negli Stati Uniti. Ma la ricorrenza è celebrata il 21 giugno in base al calendario lunare tibetano. Rivolgendosi alla folla convenuta nel tempio di Tsuglagkhang, che si trova su una collina vicino alla sua residenza ufficiale a McLeodganj, il Dalai Lama ha ricordato di essere «un semplice monaco buddista».

Una vita per «la ricerca della conoscenza»

«Cerco sempre di fare del mio meglio», ha detto il Dalai Lama, aggiungendo che «ho 80 anni adesso e ho trascorso la mia intera vita praticando la ricerca della conoscenza e continuerò a farlo fino a quando ne sarò fisicamente capace». Nel 1989 il Dalai Lama ha ricevuto il premio Nobel per la Pace e nel 2007 la Medaglia d’oro del Congresso degli Stati Uniti, nonostante le vive proteste della Cina. Nato con il nome di Tenzin Gyatson il 6 luglio 1935 a Taktesr, nel Tibet settentrionale, all’età di due anni fu riconosciuto come la reincarnazione del tredicesimo Dalai Lama, Thubten Gyatso.