Fitto dà scacco al re Silvio: «Ora il centrodestra rinunci alla monarchia»

«È l’inizio di un discorso di prospettiva. Ritengo che, senza polemiche inutili, il centrodestra debba avere il coraggio di passare dalla monarchia alla repubblica. C’è bisogno di mettere in campo sistemi di partecipazione democratici, chiari, aperti, in cui ognuno possa portare avanti le sue idee e confrontarle con gli elettori». Lo ha detto a Bari l’eurodeputato Raffaele Fitto. Sui risultati elettorali in Puglia, nonostante la sconfitta del “suo” candidato governatore Francesco Schittulli, Fitto si dichiara «molto soddisfatto perché abbiamo lavorato ad una coalizione, anche nella composizione delle liste, che è arrivata al secondo o al terzo posto, non è ancora definito, e noi siamo partiti il 20 maggio. Da qui bisogna ripartire per aprire una fase completamente nuova nel centrodestra». Un concetto ribadito nel corso di un intervento a Sky Tg24: «Abbiamo messo in campo un percorso politico che intendiamo portare avanti all’interno del centrodestra, nell’area alternativa a Renzi ma con sistemi e regole democratiche».

A Fitto i complimenti del compagno di corrente Capezzone

Un tasto sul quale la corrente di Fitto insiste anche Daniele Capezzone, un tempo portavoce di Forza Italia, oggi feroce dissidente interno. «A Fitto vanno i complimenti per la bellissima battaglia in Puglia, che ha dovuto fare per rispondere agli errori – attacca Capezzone in una nota – di chi ha voluto e cercato una divisione assurda) ha colto il punto politico di fondo. Per avere un centrodestra unito davvero, la via maestra (come accade in America) è quella delle elezioni primarie, con una competizione di idee e programmi. Altrimenti, avremo solo cespugli intorno alla Lega (che ha fatto benissimo il suo mestiere)». Secondo Capezzone, «il progetto dei Conservatori e Riformisti, lanciato da Fitto insieme a tanti di noi la scorsa settimana insieme ai Conservatori inglesi, serve a contribuire a questo obiettivo: una rinnovata unità del centrodestra, alla quale intendiamo contribuire con idee e energie».