Extracomunitari aggrediscono e rapinano il sindaco di Corneliano

Brutta serata, sabato scorso, per il sindaco di Corneliano d’Alba (Cn), Edgardo Tivieron. Aggredito, brutalmente picchiato e derubato in rapidissima successione da un paio di extracomunitari dell’est. Gente senza scrupoli e decisa che per portare a termine l’azione criminale si è avvalsa di una precisa tecnica.  Tiverion infatti, giunto nei pressi di La Loggia, in provincia di Torino, al ritorno dal capoluogo piemontese dove aveva assistito, in piazza San Carlo, alla finale di Champion League, è stato aggredito da due cittadini extracomunitari dell’est i quali, applicando una “tecnica” largamente usata sulle autostrade ungheresi tanto da essere oggetto di allarmi internazionali, hanno finto di stare male e richiesto soccorso, catturando l’attenzione del malcapitato sindaco di Corneliano.

primo cittadino di Corneliano

La sequenza messa in atto dai due criminali è da film: fermatosi e sceso dall’auto per prestare aiuto, Tiveron è stato brutalmente picchiato e derubato del cellulare, di 50 euro e delle chiavi dell’auto, in modo che non potesse allontanarsi. In ospedale, dove il primo cittadino di Corneliano è stato ricoverato, gli hanno riscontrato fratture al setto nasale, allo zigomo, la lussazione della scapola, la rottura di una costola e molte abrasioni. «Più dicevo di prendere tutto ciò che avevo, più venivo colpito. Un’assurda bestialità», così il primo cittadino cornelianese ha commentato quanto gli è accaduto , su una nota piattaforma social, postando anche una foto dal suo letto d’ospedale. Un fatto sul quale carabinieri e polizia del circondario di Albae di Cuneo stanno indagando.