Colpo di Alan Friedman: è in arrivo «My way» la biografia del Cavaliere

L’uscita è prevista per il prossimo autunno. Tuttavia, “My way” la prima biografia autorizzata di Silvio Berlusconi è già un evento politico letterario. A convincere l’italiano più famoso al mondo ad aprire i cassetti dei suoi ricordi è stato Alan Friedman, giornalista e conduttore televisivo statunitense che l’America l’ha cocciutamente cercata e trovata qui da noi. Giornalista economico e investigativo, autore di fortunati programmi Rai, Alan Friedman ha recentemente avuto un lusinghiero successo con “Ammazziamo il Gattopardo” in cui ha svelato alcuni retroscena che hanno portato alla caduta del governo Berlusconi, il ruolo di Napolitano e l’insediamento di Mario Monti. Forse Friedman è stato fortunato o, forse, Silvio Berlusconi aveva maturato l’idea di confidarsi, oppure entrambi si sono solo incontrati nel momento giusto. Fatto sta che il progetto è partito: una biografia (edita da Rizzoli in Italia e da Hachette Books negli Usa), un documentario e una serie di interviste video faccia a faccia. Insomma, con questa biografia Friedman ha messo a segno il colpo del secolo. L’ex premier, sino ad ora sempre restio a svelare i suoi segreti,  si è mostrato molto collaborativo: segno che ha creduto sin da subito nel progetto. Berlusconi ha concesso infatti più di 100 ore di interviste, ha ospitato più volte il giornalista nella sua villa di Arcore e nella residenza romana e ha persino registrato un video messaggio in inglese per il pubblico americano. Insomma, ci si attende una biografia del Berlusconi prima imprenditore e poi leader politico che farà sicuramente discutere. Una biografia tutta da leggere.