Cerignola, Metta è sindaco. Grande rimonta sul competitor di sinistra

Franco Metta, ex An e sostenuto da liste civiche, è il nuovo sindaco di Cerignola. Ha ottenuto il 55,51% contro il 44,49% (12.359 voti a 9.904) di Tommaso Sgarro, candidato del centrosinistra.  L’avvocato penalista ce l’ha fatta a recuperare nel turno di ballottaggio la distanza di dieci punti percentuali rispetto al suo competitor. Un risualtato accolto dai sostenitori di Metta con cori da stadio: “È la dimostrazione che la coerenza paga – ha detto Metta – Cerignola non è una città diversa dalle altre, ha solo sofferto vent’anni di malgoverno e aveva voglia di alzare la testa. E ci siamo riusciti”.

Ha vinto il civismo organizzato

Per il neoeletto sindaco, sostenuto dal pacchetto a sei liste (“La Cicogna”, “Metta Sindaco”, “Cerignola Democratica”, “Ricambio Generazionale”, “i-Cattolici”, “Cerignola produce”), la rimonta sull’avversario, dato per vincente alla vigilia del voto, si è giocata tutta sulla trema ambientale. Preoccupazione ha destato infatti l’allarme lanciato sui vagoni carichi di spazzatura diretti all’interporto, snodo di smistamento per il successivo trasferimento in discarica nel progetto presentato a luglio scorso da Ferrovie del Gargano e Regione Puglia.