Carlo Vanzina: faremo un film su Mafia Capitale dal titolo “Il mondo di mezzo”

Il 18 giugno esce nelle sale il nuovo film di Carlo ed Enrico Vanzina, Torno indietro e cambio vita, il film numero 58 della celebre coppia del cinema italiano (con Raoul Bova che a causa di un incidente viene rispedito indietro nel tempo, all’epoca del liceo). Ma i due fratelli hanno sono già al lavoro su un altro progetto, di stringente attualità: “Gireremo – anticipano – Il mondo di mezzo su Mafia Capitale, con Christian De Sica nel ruolo del truffato, lo abbiamo scritto diversi mesi fa ed è più che mai attuale”.

Vanzina: vorrei dirigere Carlo Verdone

Intervistato dal messaggero, Carlo Vanzina parla del nuovo film (“un prodotto diverso, all’americana”) e del progetto futuro su Mafia Capitale, ricorda di avere fatto anche un film drammatico (“Tre colonne in cronaca, con Gian Maria Volontè) e dice di rimpiangere di non poter lavorare con Carlo Verdone. “Sono anni che vorrei dirigerlo, ci vogliamo bene fratelli , ma temo che non ci riuscirò mai. E’ un regista che si dirige da solo”.

“Checco Zalone è il nuovo Totò”

Carlo Vanzina sostiene di non essere parco di complimenti con i colleghi ma afferma di detestare “la mania italiana di affidare la regia ai comici di cabaret. Abbassano il livello”. Infine rivela che uno dei suoi preferiti è Checco Zalone, “mi piace da morire, è il nuovo Totò”.