Baby gang femminile in azione a Catania: la più piccola ha solo 10 anni

Baby gang femminile, un fenomeno in inquietante aumento. L’ultima banda in azione è stata fermata nel centro di Catania: la più grande a capo del gruppo ha 16 anni; al suo seguito, un ragazzo tredicenne e la sorella minore, di appena 10 anni, di quest’ultimo. L’obiettivo da colpire individuato dalla gang erano due ragazze a passeggio nel centro storico della città, vicino piazza Bellini, dove è scattato il primo “assalto”…

Baby gang in azione a Catania

I tre minorenni riescono a sincornizzare l’intervento malavitoso e a rubare una borsa, ma vengono immediatamente inseguiti dalle vittime che, grazie anche all’aiuto di alcuni passanti, riescono a recuperare la refurtiva. Non è finita però: i piccoli malviventi non demordono e, per niente scoraggiati dalla piega che gli eventi stanno prendendo, riescono a rubare almeno un telefonino. Interviene la polizia di Stato, con una pattuglia delle volanti, che rintraccia i tre ragazzi, li blocca e recupera la refurtiva. O meglio, una sua parte, perché gli agenti non trovano il cellulare, del quale il gruppo si è nel frattempo già disfatto.

Responsabile di un secondo agguato?

E non è tutto: la stessa modalità di aggressione sembra essere stata attuata solo la sera precedente: un episodio che sembrerebbe riconducibile, grazie alle descrizioni fornite dalla vittima che corrisponderebbero in entrambi i casi, alla responsabile sedicenne della baby gang. Come da protocollo, quindi, sulla vicenda le volanti hanno presentato un rapporto alla Procura per i minorenni, che ha disposto la denuncia in stato di libertà per rapina in concorso per la sedicenne, riaffidata alla sua famiglia. Non imputabili per l’età, invece, gli altri due minorenni, che sono stati riconsegnati alla madre.