Afghanistan, attentato al Parlamento. L’esplosione in diretta tv (video)

Una decina di esplosioni, una delle quali certamente all’interno del palazzo: il Parlamento dell’Afghanistan è stato attaccato dai talebani. Nell’operazione sono stati impiegati dei kamikaze. I morti sarebbero almeno sei, tutti civili, e almeno 25 i feriti, fra cui cinque donne e tre bambini. Ma il bilancio è da considerarsi provvisorio: nessuna fonte ufficiale ha ancora confermato la presenza e il numero dei morti. Non risultano vittime tra i deputati.

La rivendicazione dei talebani

Il ministero dell’Interno afghano ha fatto sapere che sei componenti del commando sono stati neutralizzati e uccisi durante uno scontro a fuoco con le forze di sicurezza. L’attentato era iniziato nella mattina, con l’esplosione di un’autobomba guidata da un kamikaze all’esterno dell’ingresso principale del Parlamento. Le sei presunte vittime sarebbero morte in questa circostanza. Successivamente si sono avute le altre esplosioni, almeno una delle quali all’interno dell’edificio. L’attentato è stato rivendicato dai talebani con un tweet del Zabihullah Mujahid, che ha anche chiarito che l’azione era stata opera di «un gruppo di kamikaze».

L’Afghanistan vede l’esplosione in diretta tv

Al momento dell’attacco il Parlamento era impegnato nella ratifica della nomina del nuovo ministro della Difesa e la statale Ariana Tv stava svolgendo una diretta, durante la quale è stata ripresa una delle esplosioni. Le telecamere stavano inquadrando il vice presidente della repubblica, Sarwar Danish, che presiedeva la seduta e introduceva il dibattito, quando c’è stata la deflagrazione. Il video ha tremato, una nuvola di polvere si è sollevata e Danish è stato avvicinato dagli uomini della sicurezza. Le immagini hanno mostrato l’aula in subbuglio e avvolta dalla polvere, con parte dei deputati e delle deputate che si avviavano verso l’uscita in modo disordinato, mentre altri restavano ai loro posti utilizzando i loro telefono cellulari.