14enne di Ariccia fuggita e ritrovata, fermato il convivente della madre

C’è una svolta nella vicenda della ragazzina di Ariccia scappata di casa per quattro giorni. I carabinieri hanno fermato il convivente della madre della ragazzina 14enne scomparsa ai Castelli Romani, il primo giugno e ritrovata giovedì pomeriggio sulla via Ostiense, a Roma. La decisione di mettere in stato di fermo l’uomo, 43enne romeno, è arrivata in seguito alla scoperta di presunti maltrattamenti e molestie che sono al vaglio dell’autorità giudiziaria. La ragazza, in buone condizioni di salute, è tornata a casa con la madre e la sorella e finalmente potrà riabbracciare i compagni di scuola che la attendevano da giorni. Carabinieri e procura continuano dunque nelle indagini dopo aver già ascoltato più volte parenti, amici e docenti della scuola media frequentata dalla minore.

Quattordicenne scomparsa, sentiti più volte i familiari e i compagni

La giovane è stata rintracciata grazie alla grande diffusione da parte degli organi di informazione della notizia della scomparsa. A permettere il ritrovamento è stata la segnalazione di un tassista romano all’utenza di emergenza 112 che ha consentito a una pattuglia dei carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma di rintracciare la giovane ragazza. I carabinieri la stavano cercando da tre giorni in maniera incessante anche con l’ausilio di una unità cinofila molecolare per la ricerca di persone scomparse giunta dal Centro Cinofili Carabinieri di Firenze. Nel corso dell’attività investigativa successiva alla scomparsa denunciata dai genitori, i carabinieri della Compagnia di Velletri e della Stazione di Ariccia hanno sentito continuamente parenti, amici e docenti della scuola media frequentata dalla minore per cercare elementi utili a rintracciare la ragazza e all’individuazione delle cause del suo allontanamento.