Week-end parigino per 6400 cinesi: tutto a spese dell’azienda

I numeri sono numeri. E i cinesi sono cinesi. Ma questa è una storia vera che ha dell’incredibile. La storia di 4 giorni da favola conclusi con un week-end parigino per oltre seimila dipendenti dagli occhi a mandorla. E tutto a spese della loro azienda. Sono così sbarcati tutti insieme nella Ville Lumiere e hanno subito preso d’assalto i grandi magazzini: 5.400 dipendenti cinesi di una grossa azienda plurisettoriale più un altro migliaio di loro colleghi di altre nazionalità. Questo il “regalo” che il loro datore di lavoro della Tiens (multinazionale che spazia dal settore delle biotecnologie, al turismo, dall’istruzione ai servizi finanziari), il miliardario Li Jinyuan, ha pensato di fare ai dipendenti per i 20 anni di vita del gruppo.

Week-end parigino

Il foltissimo gruppo di dipendenti è sbarcato prima a Nizza, in Costa azzurra, poi si è trasferito dopo 48 ore a Parigi, solcando la capitale dalla Tour Eiffel al Louvre, per finire con una cena di gala da Vip. Pazzesco il numero dei biglietti emesso e delle prenotazioni alberghiere. E’ stato necessario infatti prenotare 140 alberghi fra Parigi e Nizza, in tutto 30.000 notti di hotel, più 7.600 biglietti di treno. Per l’occasione, le ferrovie francesi hanno noleggiato due TGV speciali e dodici persone sono state messe a disposizioni nelle stazioni per assistere l’enorme afflusso di cinesi. Li Jinyuan è stato ricevuto dal ministro degli Esteri Laurent Fabius al Quai d’Orsay con tutti gli onori e i ringraziamenti per aver scelto, come regalo così prestigioso, proprio la Francia. In vista, secondo Le Figaro, qualche ulteriore investimento cinese, probabilmente nei vini di Bordeaux.