Violenza sessuale su una donna di 55 anni: due romeni finiscono in manette

Ancora una violenza, ancora polemiche sull’immigrazione. Stavolta in manette sono finiti due fratelli di origine romena, di 25 e 23 anni. Sono stati fermati a Sassano (Salerno) con l’accusa di violenza sessuale e lesioni personali nei confronti di una donna di 55 anni, del luogo.

 Violenza sessuale su una donna, tre episodi

Tre le violenze di cui sono ritenuti responsabili i due romeni. Il primo episodio si sarebbe verificato in pieno centro abitato. Il secondo di notte nell’abitazione di uno dei due fratelli. Il terzo episodio, invece, all’interno dell’abitazione della donna. In questo caso uno dei due fratelli si sarebbe introdotto all’interno dell’abitazione dopo aver forzato una finestra in quanto la vittima aveva cercato di sfuggirgli barricandosi in casa. La donna, nel corso delle violenze sessuali, ha anche subito ferite nelle parti intime e ad un piede così come riscontrato dai referti dei sanitari dell’ospedale di Polla (Salerno) e dalla testimonianza resa dalla donna ai carabinieri della Compagnia di Sala Consilina. I due romeni, già noti alle forze dell’ordine, sono stati chiusi in carcere a Sala Consilina.

 E pochi giorni fa altri romeni arrestati per furto di rame

Pochi giorni fa quattro ladri di rame, tutti romeni – di 30, 31, 34 e 47 anni – nella Capitale senza fissa dimora e già noti alle forze dìell’ordine, sono stati arrestati dai carabinieri dcon l’accusa di furto aggravato in concorso. I carabinieri erano in transito nella zona della Magliana, quando hanno notato i quattro che stavano scavalcando la recinzione dell’ex Centro Direzionale Alitalia. Una volta all’interno i carabinieri li hanno sorpresi mentre stavano a recidendo cavi in rame da una sala motori.