Video dell’Isis: le rovine di Palmira sono apparentemente intatte

Cinque giorni dopo la conquista di Palmira, un video pubblicato da un media dell’Isis rassicura la comunità internazionale che non sono stati commessi scempi e i resti archeologici della città siriana non sono stati distrutti. Il video, pubblicato da Aamaq News Agency, media vicino al gruppo, è il primo dalla conquista della città e mostra, infatti,  i colonnati di epoca romana e l’anfiteatro apparentemente intatti. Nelle immagini anche un fumo nero da dietro le rovine. Intanto, l’agenzia governativa siriana Sana ha affermato che oltre 140 miliziani dell’Isis sono stati uccisi in raid dei jet di Damasco nella provincia di Raqqa, nel Nord della Siria, sull’aeroporto di Al Tabaqa e sulle aree circostanti. L’ong Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus) ha parlato invece di raid compiuti da aerei della Coalizione internazionale a guida americana che hanno ucciso tre jihadisti e ne hanno feriti cinque.

Isis, le forze lealiste in azione in Iraq

In Iraq, le forze lealiste irachene hanno lanciato un’operazione per cercare di strappare all’Isis la provincia occidentale di Al Anbar, il cui capoluogo, Ramadi, è caduto nelle mani dei jihadisti una decina di giorni fa. Lo ha annunciato la televisione di Stato precisando che nell’operazione l’esercito iracheno è appoggiato da milizie sciite, alleate dell’Iran, e sunnite locali. Già prima della caduta di Ramadi, a Ovest di Baghdad, l’Isis controllava vaste porzioni della provincia.