Il patto del Nazareno pro unioni gay: ecco l’asse Boschi-Carfagna

Il Corriere della Sera rilancia l’intesa tra PD e FI sulle unioni gay. Con un tocco di colore “Maria Elena Boschi ha la chioma bionda e fluente. Mara Carfagna una zazzera scura”, ma anche con un retroscena politico: ” insieme hanno messo in piedi una sorta di patto del Nazareno per le unioni civili omosessuali. Senza parlarsi. E senza scriverlo, questo patto. Ma decisissime a portarlo avanti, fino in fondo”. E tant’è.

Boschi e Carfagna, PD e FI, Renzi e Berlusconi pro unioni gay

“Il ministro Maria Elena Boschi, si muove, inevitabilmente, per conto del premier Matteo Renzi. Mara Carfagna ha la delega ufficiale, e anche la benedizione privata, di Silvio Berlusconi. Il compito non è facile, per nessuna delle due. Perché dentro al Pd non c’è davvero nulla di scontato in materia di diritti civili. C’è un’anima cattolica molto forte, fra i democratici, non tutti digeriscono quel testo in discussione al Senato che imita il modello delle unioni civili alla tedesca e ci mette dentro anche la stepchild adoption, ovvero la possibilità di adottare il figlio biologico del convivente”.

Carfagna e Boschi hanno molte resistenze cattoliche dentro FI e PD

“Mara Carfagna ha lavorato sempre apertamente, è da quando sedeva sulla poltrona di ministro per le Pari Opportunità che sta cercando di portare avanti i diritti degli omo sessuali e lo sta facendo lavorando a braccetto con le associazioni gay, più o meno storielle che siano. Maria Elena Boschi non aveva mai esternato in materia. Poi, sabato scorso, è arrivato il vento dell’Irlanda e il ministro biondo per le Riforme non ha esitato ad intervenire. Mara Carfagna sta lavorando ai fianchi del suo partito, dove l’anima sua, e quella di sue colleghe come Stefania Prestigiacomo. Elena Centemero, Michela Vittoria Brambilla, deve convivere con l’anima oltranzista di Lucio Malan, il senatore”.