Scandalo FIFA: gli USA vogliono espellere Blatter dal mondo del calcio

“Sono atti giudiziari di un’inchiesta intemazionale. La verità ci viene sbattuta in faccia dal Dipartimento di Giustizia di Brooklyn, Usa, non certo una capitale del caldo, ma del diritto sì. «Hanno corrotto il gioco attraverso un’organizzazione sistemica, ramificata in Europa, in America, in tutto il mondo, che agisce da più di 20 anni. Ma noi li elimineremo» avverte il ministro della Giustizia di Obama, Loretta Lynch. Tangentì, riciclaggio, frodi fiscali. Per un totale di 47 capi d’imputazione. Accuse rivolte non solo contro i destinatari dei 14 mandati d’arresto già spiccati, ma anche contro ignoti. Il presidente Blatter, che tutti si aspettano venga rieletto domani, non risulta incriminato, almeno per ora, ma a proposito della sua posizione gli inquirenti sono stati laconici.

Eppure Blatter rischia di essere rieletto a capo della FIFA

Un sempre attento Gianfranco Teotino su “Il Mattino” spiega come il boss della FIFA abbia provato un disperato contropiede: «Butteremo fuori i corrotti». Ma alla base di tutto c’è un autogol della Fifa stessa. Quando nel 2010, non resistendo più alle richieste di chiarimento delle opposizioni, Blatter accettò di istituire un’indagine intema su eventuali casi di compravendita voti, la affidò a un ex Procuratore Federale statunitense, Michael Garcia. Che la prese davvero sul serio. Tanto da lavorarci per quasi due anni. Per poi presentare un rapporto di 430 pagine. Un documento esplosivo che la Fifa archiviò pubblicandone una breve sintesi che si concludeva con la presa d’atto di alcune irregolarità considerate però non tali da alterare il processo di assegnazione dei Mondiali 2018 e 2022 in Russia e Qatar.

La FIFA deve essere espulsa dal mondo del calcio

L’ispettore Garcia non la prese bene. Si dimise dal Comitato etico della Fifa e tomo a Brooklyn a lavorare al caso, nella sua ex Procura, con i colleghi Lynch e Comey. Nel frattempo Loretta Lynch è diventata ministro della Giustìzia e James Comey capo dell’Fbi. Ieri proprio loro sono stati protagonistidella conferenza stampa durante la quale alla Fifa è stata mostrata una red card, parole testuali, il cartellino rosso. Sì, proprio così. È stato chiesto di espellere dal calcio la Fifa, cioè l’organizzazione mondiale che lo governa.