Sbarchi, l’Italia ha speso 630 milioni. Ogni minore ci costa 45 euro al giorno

“L’anno scorso abbiamo speso 630 milioni di euro per l’accoglienza dei migranti e quest’anno spenderemo di più“. La cifra è stata resa nota dal capo Dipartimento Diritti civili ed immigrazione del ministero dell’Interno, Mario Morcone, in audizione alla commissione d’inchiesta sul sistema di accoglienza dei migranti. Una cifra che non mancherà di suscitare ulteriori polemiche sull’accoglienza dei migranti soprattutto dinanzi alla previsione di un aumento esponenziale di sbarchi in concomitanza con la stagione estiva.

Per ogni minore 45 euro al giorno

Morcone ha anche precisato che per l’accoglienza di ciascun minore straniero non accompagnato il ministero dell’Interno paga 45 euro al giorno, pari a 1.350 euro al mese. “In passato – ha aggiunto –  si davano 80-85 euro a minore, ma io che ho uno stipendio alto non potrei spendere più di 1.400 euro al mese per mio figlio, quindi credo che 45 euro al giorno sia una cifra corretta”.

Emergenza sbarchi, pattuglie armate per fermare i migranti

Il governo libico di Tripoli ha intanto comunicato che intende pattugliare con uomini armati i punti da cui partono gli immigrati clandestini che salpano verso l’Italia: la misura è uno dei cinque “passi” che l’esecutivo al potere nella parte occidentale del paese vuole mettere in atto contro l’immigrazione illegale. Le altre misure riguardano un “miglioramento” dei centri di detenzione; il “tentativo di deportare i detenuti nei loro paesi di origine”; e “il rivolgersi agli Stati di origine come Mali, Niger e Somalia attraverso il ministero degli Esteri al fine di collaborare per fermare il flusso di immigrati verso la Libia attraverso i confini meridionali”.