Salvini a Roma. Centri sociali allertati. Video anti-Lega con Amendola

“Roma: si parte da qui”. È questo lo slogan scelto dagli organizzatori dell’incontro con Matteo Salvini in programma lunedì sera al teatro Brancaccio di Roma, quartiere Esquilino. A fianco del leader leghista parleranno Simone Di Stefano (vicepresidente CasaPound) e Raffaele Volpi (Noi con Salvini). Un appuntamento che ha fatto allertare l’area antagonista della Garbatella, complice l’intenzione manifestata da Salvini di recarsi in visita anche al quartiere romano della Garbatella.

Amendola testimonial anti-Salvini

Da quelle parti l’hanno preso in parola, organizzando subito una contromanifestazione antirazzista con tanto di video in cui compare anche l’attore Claudio Amendola (uno dei protagonisti della serie I Cesaroni ambientata proprio alla Garbatella). Lo slogan ironico utilizzato è “Mattè Mattè Garbatella aspetta a te“. Uno spot anti-Salvini subito messo in rete da Repubblica.it. Garbatella (rione peraltro edificato in epoca fascista) viene definito un quartiere inclusivo dove tutti sono fratelli di tutti ma dove, evidentemente, c’è una “cupola” che presidia il territorio e decide chi sono quelli “meno fratelli” degli altri e che non hanno diritto di parola. Amendola nel video afferma che Garbatella è in fibrillazione per l’arrivo di Salvini, appuntamento che però non è nell’agenda del leader leghista.

Strumentalizzati i bambini della Garbatella

È stata creata anche una pagina Fb che si chiama “Salvini, i bambini di Garbatella ti aspettano” per pubblicizzare una manifestazione anti-Lega che si terrà il 12 maggio in piazza Sauli. Naturalmente l’infanzia del celebre rione capitolino non c’entra nulla con tutta questa propaganda “antifa”. Anzi, è probabile che, se Salvini dovesse raccogliere l’invito,  troverà ad attenderlo non bambini felici e gioiosi per le caratteristiche multietniche della Garbatella ma i bravi ragazzi del centro sociale La Strada, sulla cui pagina Fb – non a caso – viene rilanciato l’invito dei bambini – strumentalizzati senza motivo – della Garbatella.