Salvini a Massa, i centri sociali provocano incidenti. Due feriti

Ancora scontri tra centri sociali e polizia a un comizio di Matteo Savini. Stavolta è successo a Massa, dove il leader della Lega è comunque riuscito a tenere il suo intervento. Il bilancio, probabilmente provvisorio, è di due manifestanti feriti, entrambi portati in ospedale in ambulanza e sottoposti a fermo.

Il lancio di uova, poi gli scontri

L’intervento del leader della Lega era atteso per le 15 in centro, ma prima che iniziasse i militanti di sinistra hanno iniziato a lanciare uova e arance contro il cordone delle forze dell’ordine che li teneva lontani dal luogo della manifestazione. Gli agenti, in un primo momento, sono riusciti a evitare il contatto fisico con i manifestanti, che avevano in mano materassini e gommoni da mare con la scritta «Sui gommoni ci vogliamo i padroni». Quando però i centri sociali hanno sfondato il picchetto, gli agenti hanno reagito e si sono verificati i tafferugli.

Salvini smette di parlare

Il comizio di Salvini intanto era cominciato, anche se poi è durato meno di mezz’ora: durante gli scontri, dall’altra parte della piazza, Salvini ha smesso di parlare. Poi è salito in macchina, probabilmente prima del previsto, per evitare ulteriori incidenti. Ma i manifestanti hanno continuato a presidiare il luogo degli scontri anche dopo che il leader leghista se ne era andato.