“Restituite il maltolto”: FdI lancia la class action per i pensionati

Fratelli d’Italia lancia la campagna per «diffidare il governo Renzi a restituire immediatamente il maltolto a tutti i pensionati», dopo la sentenza della Corte costituzionale che ha dichiarato illegittimo il blocco delle indicizzazioni per le pensioni previsto dal decreto “Salva Italia” varato dal governo Monti e ha disposto il ricalcolo delle pensioni e la restituzione ai pensionati delle differenze non corrisposte. L’operazione si chiama #restituite il maltolto ed è stata presentata dalla presidente di Fdi Giorgia Meloni in una conferenza stampa a Montecitorio: «Il governo operi immediatamente. I soldi vanno restituiti subito e a tutti – spiega la Meloni – Le risorse le prendano da una delle tante marchette di questo governo alle lobby di potere e alle grandi multinazionali, da ultima quella della bad bank. Abbiamo preparato una bozza di diffida per chiedere il rimborso di quanto spetta ai pensionati dopo la sentenza della Consulta – ha aggiunto la leader di Fdi -. Poi siamo pronti a una class action. Chi vuole può contattarci telefonicamente o via mail. Temiamo che Renzi voglia attendere la fine della campagna elettorale per dirci che non vuole restituire i soldi agli italiani». «La class action – precisa da parte sua l’avvocato Guido Reggiani che coordina i pool di legali messo in piedi da Fdi – prevede l’invio preventivo di una diffida, in questo caso all’Inps, almeno 90 giorni prima dell’avvio della stessa class action. Abbiamo istituito uno sportello telefonico e via mail per la consulenza giuridica, giudiziale ed extragiudiziale. Chi vuole può scriverci a questa mail: difendoipensionati@fratelliditalia.it». «Può scriverci chiunque», conclude la Meloni, precisando che per Fdi un limite ragionevole per la restituzione sarebbe «il blocco delle indicizzazioni che propose il governo Berlusconi e che era otto volte il minimo, circa 4mila euro».

FdI sottolinea l’esigenza di tutelare chi prende pensioni modeste

Replicando nel pomeriggio alla Camera al ministro del Lavoro Poletti nel corso del question time sulle pensioni, Giorgia Meloni aveva ribadito che «è doveroso che quei soldi vengano restituiti a tutti i pensionati e immediatamente, esattamente come è stato fatto all’indomani dell’analogo provvedimento della Corte costituzionale sui pensionati d’oro. E se proprio il governo volesse immaginare un parametro, c’è quello varato dall’esecutivo di centrodestra e che non è mai stato dichiarato incostituzionale: 8 volte la pensione minima. «Se il governo Renzi dovesse inventarsi di restituire questi soldi solamente ad alcuni, su richiesta o in parte – ha sottolineato ancora la Meloni -, come Fratelli d’Italia forniremo ai pensionati assistenza legale gratuita. Non vogliamo permettere che mentre ai pensionati d’oro si sono restituiti immediatamente tutti i soldi che si dovevano loro, non si abbia la stessa accortezza verso persone che prendono pensioni modeste e per le quali hanno pagato i contributi per una vita».