Renzi e Fitto da Giletti e Annunziata, violata la par condicio? Esposto di FI

«Riteniamo scandaloso che a due settimane dalla tornata elettorale, in pieno regime di par condicio il premier Renzi abbia partecipato all’Arena di Giletti su Rai 1, con un ampio spazio tutto suo e senza alcun contraddittorio, e che Fitto, intervistato da Annunziata a “In mezz’ora”, abbia utilizzato analoga trasmissione per parlare contro Silvio Berlusconi, Forza Italia e il futuro del centrodestra”: così il vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri, e il capogruppo Fi al Senato, Paolo Romani che hanno presentato un esposto ad Agcom. «Secondo i principi della par condicio, abbiamo presentato esposto all’Autorità per le Garanzie delle Comunicazioni in modo che intervenga al fine di valutare i due episodi e che assuma le opportune iniziative, anche al fine di consentire un immediato riequilibrio degli spazi informativi», sottolineano nella nota congiunta Gasparri e Romani. Tra l’altro gli esponenti di Fi sottolineano che l’europarlamentare Fitto ha “utilizzato la trasmissione di Annunziata per parlare contro Fi e il suo leader, cogliendo l’occasione per annunciare l’addio al Ppe e confluire nel gruppo dei conservatori europei, considerato che, in vista delle medesime elezioni, ha presentato una sua lista, di fatto formalizzando l’uscita anche dal partito di Forza Italia, contrapposta a quella presentata da quest’ultimo partito”. «Ancor più grave è che la trasmissione dell’Annunziata abbia utilizzato nella grafica la denominazione “Forza Italia” in riferimento a Fitto, che invece vi si contrappone elettoralmente, come già ricordato, con la lista che reca il suo nome».

La replica di Giletti a Forza Italia

«Ieri all’Arena abbiamo fatto, nella parte di Renzi, il botto: 24.13%, con oltre tre milioni e mezzo di spettatori, più di tutti gli altri talk settimanali messi insieme». È la soddisfazione di Massimo Giletti, che è tornato sugli ascolti di ieri nell’intervista di oggi a “Un giorno da pecora”, il programma di Rai Radio2 condotto da Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro. Come ha visto il premier? «Rispetto all’anno scorso – ha risposto Giletti – l’ho visto dimagrito, in forma. Si vede che ora sta in battaglia». Brunetta ha criticato l’intervista al premier: «Siamo in campagna elettorale, Brunetta può dire quello che vuole. Lui è di un altro partito rispetto a Renzi». Critiche anche dall’Aiart: «Mi piacerebbe vedere quanti sono, chi sono e cosa fanno i membri di queste grandissime associazioni. Ognuno, comunque, può dire quel che vuole». Quale domanda – hanno chiesto ancora i conduttori – avrebbe voluto fare a Renzi ma non è riuscito a fare? «Siamo in par condicio, per via delle regionali, ma se così non fosse avrei voluto chiedergli di De Luca e del concetto di impresentabili”. quanto al voto per la performance tv del presidente del Consiglio, “gli dò un nove, perché un dieci non si dà a nessuno. Renzi dal punto di vista dialettico – ha concluso Giletti – è al livello di Berlusconi».