Perdonare i centri sociali significa fare un grosso piacere a Salvini

Nelle strane vesti di “suggeritore” della sinistra, Vittorio Feltri punta il dito contro i centri sociali, “gruppi di esaltati che scendono in piazza”, che commettono reati con la certezza di essere impuntiti. A suo avviso – scrive in un editoriale sul Giornale dal titolo “Se sei Salvini ti tirano le pietre e i voti crescono” – fanno il gioco di Salvini, che comunque oggi “intercetta i malumori di parecchia gente”.

Centri sociali hanno la certezza di essere impuntiti

“Stupidi”, scrive Feltri. “Si disprezza e si denigra Salvini che parla e si assolvono coloro – di sinistra – che puntano a bastonarlo, ignorando fra l’altro che questo è il modo migliore per fargli guadagnare consensi”.

Media e sinistra assolvono i centri sociali: un favore a Salvini

“I teppisti impegnati nei tentativi di picchiarlo non sono redarguiti dai media”, perchè – è il ragionamento di Feltri  – in fin dei conti il Matteo sbagliato “merita le legnate”. E Feltri si domanda anche: “A proposito, gli arrestati del 1 maggio sono ancora in prigione o li hanno scarcerati? Nessuno ne parla”.