Pedofilia, abusi su almeno 10 baby-giocatori: sotto torchio l’allenatore

Ancora una vicenda legata alla pedofilia. Stavolta avviene tutto nel mondo del pallone. È indagato per violenza sessuale su minori un accompagnatore di una squadra di calcio trevigiana. L’uomo, che ha ammesso le colpe, ha abusato di almeno dieci giovani, tutti di età compresa tra i 13 e i 17 anni.

L’allarme pedofilia dato da un insegnante

Le indagini, condotte dai carabinieri di Castelfranco Veneto e coordinate dalla procura di Padova, sono iniziate un mese fa, dopo che all’Arma si è rivolto un insegnante che aveva raccolto la confidenza di un un suo studente, un 16enne che non sapeva come fermare le violenze sessuali subite. Il giovane ha riferito agli investigatori di aver subito le attenzioni dell’accompagnatore, un 52enne padovano, anche nella sua camera, mentre i genitori ignari si trovavano in un’altra stanza.

Video e foto inequivocabili

L’uomo, approfittando del suo ruolo all’interno della società sportiva e della fiducia che la dirigenza gli aveva posto, abusava dei giovani giocatori praticamente in ogni situazione: mentre li accompagnava in auto, mentre erano negli spogliatoi e anche mentre erano sul campo di calcio. L’indagato, sentito dal pm euganeo Piccioni, non ha negato le accuse, suffragate anche dal fatto che con il telefonino aveva mandato video e foto inequivocabili ai ragazzi.