Par condicio violata. L’Agcom richiama Giletti per l’intervista a Renzi

Stavolta il secchione Massimo Giletti è stato richiamato all’ordine. Davanti agli esposti (presentati da Forza Italia) per l’ospitata del premier Matteo Renzi all’Arena,  il Consiglio dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni «ha deliberato un richiamo nei confronti della Rai affinché rispetti la parità di trattamento nei programmi di approfondimento informativo, con specifico riguardo al format dei programmi medesimi, caratterizzati o meno dal contraddittorio fra diversi soggetti politici».

L’Agcom “richiama” Giletti

La nota ufficiale dell’Agcom fa riferimento all’intervista di Giletti al premier, già particolarmente coccolato da viale Mazzini, nella quale, oltre ad affrontare un tema importantissimo come le pensioni, il segretario del Pd si è dilungato sui temi dell’attualità politica. Di qui il forte richiamo a ridurre al necessario, negli ultimi giorni di campagna elettorale, questo tipo di informazione, per consentire una rappresentazione il più paritaria possibile. «Nessun ordine di riequilibrio alla Rai per la presenza del premier Renzi all‘Arena di Giletti – ha spiegato il commissario Agcom, Antonio Nicita – ma un più generale richiamo su contraddittorio, a ridurre cioè al necessario, negli ultimi giorni di campagna elettorale, l’informazione istituzionale sull’attività di governo». Ora  spetta alla Rai decidere le modalità  di ottemperanza al richiamo nei confronti dell’Arena di Giletti.

Par condicio a intermittenza

Nelle complesso, però, l’analisi delle prime due settimane di maggio condotta dall’Agcom «ha rilevato una netta riduzione dei divari», con due eccezioni sostanziali, il Tg4, che continua a registrare tempi eccessivi per Forza Italia, specie nelle edizioni principali (e per questo è stato richiamato) e il Tg3, perché nei programmi di approfondimento la quota Pd-governo risulta ancora molto alta, intorno al 30%  Dopo il monitoraggio delle ultime due settimane, la prossima verifica dell’Agcom riguarderà il periodo dal 16 al 22 maggio. Ma la puntata del 17 maggio della trasmissione domenicale condotta da Giletti rimane un esempio di informazione molto sensibile al fascino del potere.

Intervista seduta

Tra i primi a polemizzare con l’ultima puntata stagionale de l’Arena di Giletti, Renato Brunetta che ha tuonato contro la presenza in solitaria del premier nel salotto di Ra1 a ridosso del voto. Annunciando un’interrogazione parlamentare l’esponente azzurro aveva dichiarato: «A due settimane dalle elezioni regionali, in pieno regime di par condicio, non è tollerabile che il premier Matteo Renzi si accomodi in solitaria nel salotto della domenica pomeriggio di Raiuno con un ampio spazio tutto suo, senza alcun contraddittorio».