Le nozze gay? Nuovo business: i tour per la luna di miele arcobaleno

È in grande espansione la fetta di mercato relativa al turismo Lgbt: il Corriere dedica al fenomeno ben due pagine e sottolinea che secondo i dati della Bit (Borsa internazionale del turismo) 2015 nella sola città di New York l’impatto economico è i 260 milioni di dollari l’anno. Il turismo gay ha un valore stimato pari a 200 miliardi di dollari l’anno.

Nozze gay: arrivano i pacchetti per i viaggi di nozze

A ciò si deve aggiungere che la legalizzazione delle nozze gay “ha creato un vero e proprio mercato dei viaggi di nozze specializzati dal Portogallo alla Norvegia. Non appena arriva il sì ai fiori d’arancio per coppie omosex un’agenzia turistica offre pacchetti che comprendono nozze in Comune e soggiorni in hotel a cinque stelle. Il caso di Malta, ricorda il Corriere, fa scuola. Da segnalare che tra le mete privilegiate di chi organizza questo tipo di viaggi è entrata anche la cittadina di Bardolino, sul lago di Garda. Infine, la migliore destinazione extraeuropea è considerata Tel Aviv (che ospiterà il Gay Pride il prossimo 12 giugno).

La profezia di Costanzo Preve sui gay

Notizie che fanno capire quanto in nome del business ci sia la predisposizione del mercato a superare ogni forma di discriminazione, inverando la profezia del filosofo marxista Costanzo Preve, per il quale il target prediletto del mercato è l’individuo single, meglio se gay, del tutto disancorato da tradizioni e identità, rispetto al quale ogni forma di manipolazione (0fferta ovviamente come condotta liberatoria e progressista) diviene possibile.