L’ultima follia della moda: lingerie per soli uomini (non omosessuali…)

Rompere gli schemi, questa è la mission aziendale della società australiana che sta invadendo i mercati internazionali con una linea di lingerie maschile sensualissima, si fa per dire. Attenzione, non per gay, ma per veri machi. Perché con un slip di pizzo proposto come modello di eleganza e sensualità maschile, di schemi ne saltano tanti, forse troppi per i gusti femminili. Se la moda prende corpo anche in Italia, tra un po’ sarà difficile distinguere tra Belen e Raul Bova…

Lingerie per tutti i gusti

«Il nostro range di prodotti include intimo confortevole con slip dall’ottima vestibilità, reggiseni da uomo che restano al loro posto seguendo i movimenti del corpo e tessuti di altissima qualità che avvolgono senza dare fastidio durante il corso della giornata», spiega l’azienda australiana. Ed eccoli i prodotti: sexy baby doll in pizzo, reggi-pettorali, al posto dei reggiseno fino a ieri solo per donne. «I nostri prodotti non sono dedicati a categorie specifiche, non ci interessa che la nostra clientela sia gay, eterosessuale, vegetariana, repubblicana, anglicana, marziana o qualunque altra cosa: produciamo semplicemente seducente e lussuoso intimo da uomo», dichiarano gli addetti ai lavori di HommeMystere. Finora in fatto di biancheria intima l’uomo poteva scegliere solo tra boxer o slip. Ma ora, grazie al brand australiano, si può destreggiare tra babydoll, reggiseni e mutandine dalle molteplice fantasie (in pizzo, con fiorellini, a pois), in vendita sul sito web del marchio. Guardare per credere: raccapricciante.

Un body per 50 dollari

Con meno di 50 dollari, ad esempio, è possibile acquistare un body, un tanga o una giarrettiera. L’etichetta ha già un venditore nel Regno Unito e la società è pronta a sottolineare che i capi non sono solo per gli uomini gay ma è a disposizione di tutti gli uomini e aggiungono: “Progettiamo e realizziamo biancheria intima di lusso per uomini e non ci preoccupiamo se sei gay, etero, vegetariano, repubblicano, anglicano, marziano o di qualsiasi altra tipologia”.

Il video con lo spot: