Italicum, arriva la firma di Mattarella. E le opposizioni preparano il referendum

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato la nuova legge elettorale. Dopo due giorni di attesa l’Italicum è arrivato sulla scrivania di Mattarella che con il suo sigillo ha dato il via alla promulgazione. Per giorni le opposizioni si erano appellate a una piccola speranza, auspicando che la firma non arrivasse e si erano prodigate nel chiedere al capo dello Stato di rimandare la legge in Parlamento. In attesa di quella del Colle, in mattinata era arrivata la firma di Matteo Renzi che non ha persoa occasione per postare una foto di se stesso mentre sigla la riforma della legge elettorale. La firma di Mattarella “la davo per scontata, anche se secondo me la Consulta qualcosa da dire ce l’ha», ha commentato Pippo Civati a “Otto e mezzo” su La7. Nonostante la firma del presidemte della Repubblica, non cessano le polemiche. Opposizioni e minoranza Pd stanno preparando già un referendum abrogativo, mente Francesco Storace accusa Renzi di un pressing inopportuno sul Capo dello Stato: «Quindi Mattarella lo stai obbligando a firmare», ha scritto su Twitter il leader de La Destra parlando di “#pressioneindebita“.