In rete il cellulare di Grillo e audio compromettenti: sospetti su ex M5s

Spionaggio in casa cinquestelle. È online un sito internet che punta a raccogliere “documenti” segreti dei vertici del movimento. Beppe Grillo è un sito dove ha messo in rete persino il suo numero di cellulare e l’indirizzo di casa, come pure gli indirizzi e i recapiti di Casaleggio, Fico, Di Maio, Di Battista, Crimi e degli altri esponenti di punta del M5S.

Il sito contro Grillo fa il verso a Wikileaks

Nella homepage le faccette di Grillo, Casaleggio, dei cinque “commissari” del partito e dei parlamentari. In basso a destra un invito: «Aiutaci a raccogliere altro materiale (proteggiamo le nostre fonti) scrivi a info@grillo-leaks.com». Sono già disponibili alcuni audio. Cliccando sul volto di Beppe Grillo si possono ascoltare registrazioni relative all’incontro tra il leader e alcuni parlamentari nella villa di Bibbona. Per altri parlamentari cè solo una “anticipazione” scritta e la “promessa”: “Coming soon”.

IL SITO DI GRILLO CON I RECAPITI DI TUTTI I VERTICI M5S

Su “grillo-leaks” si legge ad esempio, che l’ex capogruppo al Senato Nicola Morra avrebbe detto: «Gli attivisti non contano un ca…o. Conta quello che decidono su a Milano». O ancora a Roberto Fico, presidente della commissione di Vigilanza Rai, viene attribuita la frase: «Ma come non l’avete capito che comanda Gianroberto Casaleggio». Nell’homepage la scritta #Latrasparenza…andrà di moda. Sullo sfondo le parole #democraziadiretta; #trasparenza; #onestà. Ma tutte con un punto interrogativo alla fine. È la vendetta di un ex fedelissimo grillino? «Hanno pubblicato il mio numero di telefono ma non mi sta chiamando nessuno. O c’è indifferenza totale o mi sto iniziando a preoccupare», cerca di minimizzare lo stesso Grillo. In realtà la messa on line lascia intendere un progetto più ampio e inquietante. Si prepara una resa dei conti tra pentastellati ed ex M5s?