«Giustiziate Obama per il disastro Isis»: giornale nei guai per una lettera

«Obama al rogo!»: galeotta fu quella missiva. Un giornale locale della Pennsylvania si è pubblicamente scusato per aver pubblicato una lettera al direttore in cui un lettore ha di fatto scritto che il presidente Barack Obama dovrebbe essere giustiziato. Il motivo? l’incompetenza di questa amministrazione, secondo il suo giudizio, nel gestire in modo adeguato la crisi in Iraq e l’ascesa dell’Isis.«Alle famiglie degli eroi caduti il cui sangue giace tra le sabbie dell’Iraq: non pensate sia ora di ribellarsi contro un’amministrazione che ha dimostrato la sua più’ totale incompetenza? Credo che il termine più appropriato e più politicamente corretto sia cambiamento di regine. Perdonatemi la franchezza, ma nel corso della storia, ciò è  stato accompagnato da esecuzione tramite ghigliottina, plotone di esecuzione e impiccagione», si legge nella lettera. La direzione del giornale, il Daily Item, di Sunbury, all’inizio non si è resa conto della gravità  della lettera contro Obama, così l’ha pubblicata senza pensarci troppo. Ma poi ha fatto dietrofront, e si è scusata con i lettori che hanno reagito alle pesanti affermazioni contenute nel testo. «Non ci sono scuse per ciò  che è successo» ha in effetti affermato la direzione del giornale, sottolineando che «i nostri lettori e critici hanno reagito con forza, come è giusto».