Dà fuoco alla direttrice di una banca. Poi si costituisce per farsi curare le ustioni

Si è costituito in Valle d’Aosta l’uomo che ha dato fuoco alla direttrice di una banca di Ciserano, nella Bassa bergamasca, durante un tentativo di rapina. Adesso si trova all’ospedale di Aosta. Ha deciso di costituirsi – secondo quanto si è appreso – a causa delle ustioni riportate durante l’aggressione. Fabio Pelis, questo il nome dell’uomo, ha una prognosi di 20 giorni ed è attualmente ricoverato nel reparto di chirurgia d’urgenza dell’ospedale di Aosta con ustioni di primo e secondo grado agli arti superiori e inferiori. È accusato di tentata rapina e tentato omicidio ed ha agito da solo.

Ha atteso la sua vittima fuori dalla banca di Treviglio

L’uomo, un malvivente di 31 anni, ha atteso la sua vittima all’esterno della filiale di Ciserano della Cassa rurale e artigiana di Treviglio e l’ha aggredita nella sua auto, picchiandola e dandole fuoco dopo averla cosparsa con della benzina e aver appiccato le fiamme con un accendino. Cinzia Premoli, 55 anni, di Treviglio, ha riportato ustioni di terzo grado su buona parte del corpo, ma non è in pericolo di vita. Portata in prognosi riservata all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, i medici ne hanno disposto il trasferimento a un centro grandi ustionati.