La Fondazione An: «Fini non ha chiesto l’iscrizione, falsità sul “Giornale”»

Gianfranco Fini ha chiesto la tessera della Fondazione Alleanza nazionale, rifiutata per “indegnità morale” dai soci?  Tutto falso, replica la Fondazione An. «La notizia de Il Giornale relativa alla domanda di iscrizione di Fini alla Fondazione Alleanza Nazionale è priva di ogni fondamento. L’on. Gianfranco Fini – è scritto in una nota – non ha infatti mai avanzato richiesta di iscrizione alla Fondazione e conseguentemente risulta del tutto non rispondente al vero che vi sia mai stata una qualsiasi discussione su una domanda mai avanzata. Il Giornale deve essere stato tratto in inganno da una voluta falsa informazione, non si sa bene da chi e a quale scopo. Forse dispiace a qualcuno che la Fondazione abbia accelerato il passo delle sue iniziative con la nomina di Marcello Veneziani a Presidente del Comitato Scientifico e Culturale,  con l’indizione dell’”Anno della Identità Nazionale”, che si aprirà sul Piave il 24 maggio e con la predisposizione di un “corso diFormazione Politica” e di diverse altre iniziative». Secondo il quotidiano milanese, “l’agognata iscrizione doveva coronare una frenetica attività presenzialista, avviata negli ultimi tempi negli studi televisivi…” ma gli iscritti lo avrebbero accusato di «indegnità morale» per lo strappo con Berlusconi e nonostante il sostegno dei suoi fedelissimi e del suo ex capo ufficio stampa Francesco Storace, “a stragrande maggioranza gli avrebbero detto no”. Tutto falso e inventato, puntualizza la Fondazione.