Fassina: “Se al Senato passa questa riforma della scuola, lascio il Pd”

Non vota la riforma della scuola. Fassina, i manifestanti le hanno gridato “lascia il Pd”. È arrivato il momento? La domanda posta da Giovanna Casadio di Repubblica riceva una risposta netta. «Il passaggio ora al Senato del disegno di legge sulla scuola è decisivo per verificare se è reversibile lo spostamento del Pd dopo la svolta liberista sul lavoro e il segno plebiscitario sulla democrazia».

Fassina rimanda la sua uscita dal Pd a dopo le regionali

«Tra il popolo dem — abbandonato da un Pd geneticamente modificato — e il partito di Renzi, scelgo il primo». Fassina ci tiene a sottolineare come “in più di 30 non abbiamo partecipato al voto”. Numeri insufficienti alla Camera, ma che potranno diventare decisivi in Senato, dove Renzi ha truppe risicate.

Trenta del Pd non hanno votato la “riforma” Giannini

Fassina usa come pretesto la buona scuola” per attaccare tutto il Renzi-show: “Una parte del popolo dem si è allontanato, il Pd raccoglie sempre di più i voti dell’establishment e occupa lo spazio presidiato in Europa dalle destre merkeliane assenti in Italia”.