De Luca perde il confronto Sky e le staffe. La gaffe con Sara del pubblico

Nervoso e arrogante per la pessima performance televisiva, Vincenzo De Luca, il candidato del centrosinistra condannato in primo grado,  ha perso le staffe con una ragazza del pubblico durante il duello Sky con l’avversario del centrodestra, il governatore uscente Stefano Caldoro. Nel gradimento dei telespettatori e della rete, infatti, il primo posto spetta a Caldoro, seguito dalla candidata grillina Valeria Ciarambino, mentre De Luca deve accontentarsi della terza posizione tra fischi e polemiche.

De Luca non risponde

Molti  i temi trattati durante il confronto elettorale su Sky tg24  tra i cinque sfidanti alla presidenza della Regione Campania:  sanità,  disoccupazione, camorra e  il caso dei cosiddetti “impresentabili” nelle liste elettorali a sostegno di De Luca, denunciati da Saviano. È è su questo terreno che il sindaco di Salerno, nervi tesi, dà il peggio di sé e si sottrae al confronto. Succede a metà  dibattito quando evita di risponderealla domanda di una ragazza del pubblico (come prevede il regolamento del format) e la insulta. A Sara, che lo incalza sulle condanne subite e sugli impresentabili (“Ma non si vergogna?”, chiede), De Luca perde la pazienza e risponde così: «Ha fatto un comizio… ha bisogno di affetto…».

Arroganza e fischi

Per chi non avesse visto in diretta la gaffe del candidato del centrosinistra ci pensa Caldoro a ricordare il brutto episodio con un post sul suo profilo Facebook. «Oggi  inizio la giornata con un abbraccio affettuoso a Sara. Ieri (domenica 17 maggio, ndr) Sara ha rivolto una domanda al candidato De Luca. Una domanda legittima, garbata nei modi. Ha posto con chiarezza il tema della decadenza da sindaco e della condanna in primo grado con la conseguente applicazione della Severino», scrive Caldoro sottolineando che De Luca  aveva il dovere di rispondere con chiarezza e non replicare con un insulto “La ragazza ha bisogno di affetto”. «Offensivo, inutilmente fuori posto. Il suo atteggiamento nasconde l’insofferenza al confronto. Caro De Luca – conclude il governatore campano che punta al  bis –  alle domande si risponde. Si risponde a quelle dei giornalisti, senza scappare o offendere se sono sgradite, si risponde con rispetto a quelle di una giovane ragazza campana. La tua risposta di ieri evidenzia un metodo, un approccio verso i giovani e le donne che va superato. Genera equivoci e chi è nelle istituzioni deve essere chiaro e mai equivoco. Mi auguro per tutti che questo non avvenga».

L’imbarazzo sulla rete

Tra i commenti anche quello della diretta interessata Sara Rusciano che ringrazia il presidente: «Uno dei tanti motivi per il quale ha il mio sostegno è proprio perché è sempre elegante nei confronti di chiunque, Forza Presidente… è sicuramente vincente  perché crediamo in Lei». Solo molte ore dopo arriva la replica di Twitter di De Luca con l’hastag  #aTtestaAlta. «La signorina non ha fatto una domanda ma un comizio  ed è stata l’unica a rivolgersi in maniera aggressiva e offensiva verso un candidato. Io non ho offeso nessuno: nei giorni scorsi ho sorriso di Crozza e credo che Sara possa fare altrettanto, sorridendo di una battuta che qualcuno sta maldestramente tentando di strumentalizzare. Quanto alla domanda, ho già risposto cento volte e continuerò a rispondere a tutti».