Centrodestra, è già toto-leader. Ticket Marina Berlusconi-Del Debbio?

È bastato che Berlusconi accennasse alla sua possibilità di mollare la guida del centrodestra per scatenare le prime ipotesi sul dopo-Cavaliere. Chi mai ne potrà prendere il posto?  In Forza Italia, anzi, in quel che ne resta deputati e senatori si mantengono abbonatissimi. E si capisce: esporsi ora sul tema della futura leadership equivarrebbe a ficcare le dita negli occhi del Cavaliere. Una cosa è che sia lui a chiamarsi fuori, altro che lo dicano altri. È un azzardo che nessuno tra gli azzurri osa compiere.

C’è chi scommette sulla coppia Berlusconi-Del Debbio

Chi, invece, non sembra avere remore a disegnare gli scenari futuri del centrodestra oggi in grande affanno è un parlamentare di antico conio come Paolo Naccarato, già cossighiano ed ora in forze al Gal (Grandi autonomie e libertà), gruppo di senatori molto vicini a Forza Italia. Intervenendo a Di mattinaNaccarato ha mostrato di nutrire davvero pochi dubbi su quel che a breve accadrà ad Arcore e dintorni, a cominciare dal fatto che quando sarà il momento Berlusconi non calerà un solo asso bensì una coppia. L’attuale legislatura scade nel 2018. Fino ad allora – spiega il senatore – Berlusconi avrà tempo «per allestire un bel ticket da proporre al Paese». I nomi? presto detto. Per Naccarato i Draghi, i Passera e persino uno “fresco” come Marchini sono ormai fuori gioco: «Il ticket che Berlusconi proporrà – assicura il parlamentare – sarà Marina Berlusconi e Paolo Del Debbio».

«Il Cav vuole solo tutelare il brand»

Alla trasmissione di RaiNews Naccarato ha consegnato un’analisi piuttosto articolata. A suo giudizio, infatti, «Berlusconi non vuole correre per vincere, ma solo tutelare il brand e proseguire quella che ormai lui ritiene una mission attraverso una pattuglia di fedelissimi in Parlamento». La mission consisterebbe in questo: da un lato consentire a Renzi di «governare con grande tranquillità» e dall’altro “costringere” Salvini a ricercare un accordo «se vorrà ottenere un voto utile». Naccarato si spinge addirittura oltre, fino a prefigurare un ipotetico ballottaggio fra Renzi e Beppe Grillo. In quel caso – giura Naccarato – «sia Marina che Del Debbio voteranno ed inviteranno gli italiani a votare convintamente per Matteo Renzi».