Bimbi litigano in campo, papà marocchino picchia il rivale del figlio

Un piccolo diverbio tra bambini, impegnati in una partita di calcio a Ponte San Giovanni, ha portato alla denuncia a piede libero, da parte della polizia, del padre di uno dei due, che, entrando in campo in difesa del figlio, ha schiaffeggiato l’altro bimbo, di otto anni. L’uomo, un marocchino di 47 anni, dovrà rispondere di lesioni personali aggravate. I bambini, di età compresa tra gli otto e i dieci anni, si erano riuniti nel campetto del quartiere per giocare a pallone per qualche ora di svago. Durante la partita, due di loro hanno avuto un piccolo diverbio. Il padre di uno dei due – secondo quanto si è appreso in questura – è entrato in campo, ha pesantemente rimproverato il “rivale” del figlio e poi lo ha schiaffeggiato alla nuca. Un altro genitore si è frapposto tra l’adulto e il bambino, intanto è stato chiamato il 113. Sul posto è intervenuta la squadra volante. Il quarantasettenne è stato accompagnato in questura e denunciato. Lo schiaffo – secondo quanto riferito – ha provocato al bambino una lieve mialgia cervicale, giudicata guaribile in due giorni dai medici in ospedale.