La bacheca Fb di Salvini invasa da gattini: è la protesta dei “compagni”…

Una vera e propria invasione di gattini. Accade sulla pagina Facebook del leader leghista Matteo Salvini, dove da alcune ore vengono postate nei commenti foto di cuccioli di gatto. Si tratta di una inedita forma di protesta messa in atto da esponenti di sinistra contro il leadre leghista, un “trollaggio” o un flash-mob virtuale, che ha l’obiettivo di ammorbidire i modi, considerati rudi, del segretario del Carroccio. Ma è anche un tentativo di far cadere in contraddizione Salvini, che ha spesso risposto con la tutela della libertà di espressione alla richiesta di taluni di bloccare gli utenti che si lasciavano andare a commenti offensivi e razzisti sulla sua visitatissima pagina. “Più gattini meno Salvini!!”, si legge ora nei commenti, oppure “Un sacco di gattini puccettosi”. E a ben poco serve la minaccia di Salvini di far pulizia, cioè bloccare gli utenti che hanno postato le immagini: la pioggia di gattini sembra inarrestabile, ed ha contagiato anche Twitter: l’hashtag #gattinisusalvini è il più twittato delle ultime ore. Ma questa roba davvero porta voti a sinistra?

L’attacco di Salvini al governo

Oggi Matteo Salvini era in Veneto, dove ha mandato messaggi precisi proprio al centrosinistra: «Ha scelto la data meno felice per le elezioni, probabilmente contando sul voto dei suoi con gli 80 euro in tasca, il 31 maggio, in mezzo al ponte», ha detto il segretario federale della Lega Nord, rispondendo a Verona a una domanda sul rischio astensionismo alle prossime regionali. «Però so – ha aggiunto – che i veneti sono persone concrete; premiano l’onestà, l’efficienza, la concretezza e quindi domenica 31 maggio c’è in ballo non solo il futuro dei prossimi cinque anni, ma un messaggio al governo nazionale. Perché – ha concluso – il governo che toglie soldi al Veneto e in cambio gli manda migliaia di immigrati è un governo che deve essere punito da tutti i veneti».