Ancora minacce dall’Isis: “Pronti a missioni come in Texas in 15 stati Usa”

Ancora minacce choc. In quindici stati Usa ci sono decine di “soldati addestrati” dell’Isis in attesa di ordini per passare all’Azione. È la nuova minaccia che corre in un post apparso in un sito di file-sharing e firmato Abu Ibrahim al Ameriki, il nome di un jihadista americano che diversi anni fa si è unito a un gruppo terrorista in Pakistan. Lo riferisce Fox News, che riporta le inquetanti parolo del post in cui si legge che “Su 71 soldati addestrati, 23 hanno firmato per missioni come quella di domenica”, ovvero l’assalto in Texas ad un evento di vignette sul Profeta Maometto.

Isis: pronti in Virginia, Maryland, Illinois, Californa, Michigan

«Dei 15 stati, ne nominiamo cinque», si legge ancora nel post dell’Isis: «Virginia, Maryland, Illinois, California e Michigan». Nonostante nell’attacco di domenica in Texas i due assalitori – Elton Simpson e Nadir Soofi – siano stati uccisi rapidamente da una guardia della sicurezza, il post, scrive ancora Fox News, sembra esaltare l’azione dell’Isis come un successo. «I miscredenti che hanno sparato ai nostri fratelli uccidendoli – ha scritto il presunto jihadista americano – pensano di aver ucciso qualcuno che non era addestrato. No, loro hanno donato il loro corpo in piena vista perché noi stavamo guardando». Con un messaggio diffuso dalla sua radio al Bayan, l’Isis ha rivendicato l’azione in Texas affermando che è stata compiuta da «due soldati del califfato».