Il film di Veltroni alle elementari: prove di democratico indottrinamento

Duecento alunni di cinque scuole milanesi, primarie e secondarie di primo grado di Milano hanno assistito martedì all’Anteo, tempio radical chic di Milano, alla proiezione del film I bambini sanno del fondatore del Pd, Walter Veltroni. Venerdì ci sarà il bis: toccherà al nutrito gruppo di ragazzini dell’ istituto comprensivo Sandro Pertini di Niguarda. Ma questa volta il cineforum che prevede anche un incontro col regista non è stato gradito da molti genitori che vedono l’iniziativa come una prova di “democratico” indottrinamento.

Milano, le polemiche dei genitori

E così, come racconta Libero in un articolo, un’intera classe ha bocciato l’invito. «Nel documentario si trattano tematiche importanti, come la sessualità e la religione: siamo sicuri  che siano adatte a pubblico così giovane?», si è chiesto qualcuno.  E, infatti, si sta parlando di un pubblico che ha nove-dieci anni che chiaramente non ha la capacità di affrontare tematiche delicate come quelle proposte da Veltroni.  La scuola non ha speso risorse per l’iniziativa. E nemmeno il Comune, anche se l’evento è stato ampiamente lodato dalla giunta Pisapia. Pierfrancesco Majorino, assessore alle politiche sociali,  l’ha definita «bellissima: per noi è un contributo  utile ad andare avanti sul cammino  dei diritti dell’infanzia». Ma l’opposione non è assolutamente d’accordo con questa visione. Andrea Pellegrini, consigliere di Zona 9  della Lega Nord è anche il padre di uno dei bambini che venerdì assiteranno alla proiezione della pellicola di Veltroni. «Il contenuto del film ci è stato presentato  dai giornali e da internet – ha detto –  mi pare che i temi affrontati siano molto delicati e impegnativi. Proprio per questo necessitano di essere presi in esame da più punti di vista. I bambini, come sappiamo, sono estremamente sensibili e ricettivi rispetto alla relatà che li circonda». In qualità anche di genitore, Pellegrini ha auspicato «di conoscere anticipatamente i contenuti del film e dell’intervento del suo autore: per poter meglio capire se si tratta soltanto della presentazione dell’opera o se invece si tratteranno altri temi».