Ucciso per una rapina nella pineta a Roma: in manette due giovani rumeni

È stato ucciso per una rapina. I carabinieri del Comando provinciale di Roma hanno fermato due giovani rumeni, ritenuti autori dell’omicidio di Mario Pegoretti, il truccatore cinematografico, molto conosciuto da vip del mondo del cinema, trovato morto nel parco di via della Pineta Sacchetti, alla periferia di Roma, domenica mattina.  I due giovani sono stati rintracciati al termine di serrate indagini dei carabinieri del Nucleo Investigativo di via in Selci.  I due sono al carcere di Regina Coeli a disposizione dell’autorità giudiziaria. Secondo gli investigatori  Mario Pegoretti sarebbe stato ucciso nel corso di una rapina. Pegoretti ha tentato di difendersi e, per questo, è stato selvaggiamente malmenato e ucciso con dei colpi inferti al volto con una grossa pietra.

Ucciso il truccatore cinematografico

L’uomo, separato dalla moglie, abitava con due coinquilini in zona Casalotti e sabato sera era uscito dicendo di andare al cinema, ma non era più tornato a casa. A trovare il corpo del truccatore cinematografico, che ha lavorato su set di importati produzioni come Mission Impossible III e La Passione di Cristo, è stato un uomo che domenica mattina faceva jogging nel parco. Era seminudo disteso a terra tra la vegetazione in una zona appartata della pineta. Addosso non aveva nulla: né soldi, né cellulare, né documenti. Il volto sfigurato dalle numerose ferite non hanno lasciato dubbi sull’ipotesi dell’omicidio. La vittima sarebbe stata colpita ripetutamente con violenza con un grosso sasso. Gli assassini sono poi scappati portando via i suoi effetti personali. Già la sera prima era arrivata una chiamata al 112 che segnalava un corpo nella pineta, ma le ricerche non avevano dato alcun esito a causa delle indicazioni generiche e del buio.