Tolse il Crocifisso dalle aule, sospeso il professore iconoclasta

Aveva tolto il Crocifisso dalle aule dell’istituto per geometri Sangallo di Terni in cui insegna: l’Ufficio scolastico regionale per l’Umbria ha sospeso per un mese dall’insegnamento e dallo stipendio il professor Franco Coppoli.  La sospensione sarà valida dall’8 aprile al 7 maggio.

Crocifisso, il professore era stato già sospeso

Il professore era stato già stato sospeso dall’insegnamento per un mese dopo aver rimosso il Crocifisso all’istituto Casagrande nel 2008. E il 15 ottobre 2014 la Corte d’appello di Perugia aveva respinto il ricorso del professore contro la sentenza con cui il tribunale di Terni (marzo 2013) aveva ritenuto insussistente la discriminazione denunciata dallo stesso Coppoli e legittima la sospensione di un mese. Il professore è noto anche perché nell’aprile dello scorso anno si oppose all’ingresso in aula dei cani antidroga. Aveva, infatti, “stoppato” gli agenti all’ingresso della sua aula, spiegando che «le scuole non sono caserme». Un comportamento che aveva sollevato polemiche.

La notizia è stata diffusa dai Cobas

La notizia della sua seconda sospensione è stata annunciata dai Cobas, da sempre al fianco del professore, che hanno denunciato: «Nel provvedimento si riconoscono varie irregolarità commesse dal dirigente scolastico» nel far collocare a oltre tre metri i simboli religiosi, «ma la motivazione per un provvedimento disciplinare così grave è superficiale e generica».