Spagna, a 13 anni uccide in classe il professore a colpi di balestra

Un professore è morto e varie persone sono rimaste ferite, dopo un’irruzione in una scuola di Barcellona, di un giovane tredicenne armato di balestra: lo riferiscono fonti investigative citate dall’agenzia Efe. Il ragazzino si è presentato  in un’aula dell’istituto superiore Juan Fuster che si trova in piazza Ferran Reyes, nel quartiere La Sagrera di Barcellona. Il tredicenne ha ucciso a sangue freddo il professore e ferito diverse persone prima di essere arrestato. Secondo El Pais, il professore ucciso lavorava come supplente.

Uccide a colpi di balestra

Secondo fonti investigative citate dalla tv nazionale, ad uccidere il professore con una balestra – nell’Istituto Juan Fuster di Barcellona – sarebbe stato un  allievo dell’istituto. Stando a una prima ricostruzione, il ragazzo avrebbe fatto irruzione in classe e sparato con la balestra contro l’insegnante e contro i compagni: quattro studenti sarebbero rimasti feriti in maniera lieve. Secondo quanto hanno raccontato alcuni testimoni, il ragazzo è arrivato a scuola in ritardo di circa un’ora. Ha usato la balestra prima contro la professoressa di castigliano, che è rimasta ferita, e poi ha colpito, con la stessa balestra, la figlia dell’insegnante, sua compagna di classe. Sentendo le grida è arrivato un professore che si trovava nella classe accanto, che ha ricevuto un colpo all’addome ed è morto.