Silvio Berlusconi: «Il governo Renzi ha fallito, avevamo ragione noi su tutto»

«Questo governo ha fallito, tutti gli indicatori economici sono peggiorati. Hanno fallito sulla politica estera, sulla disoccupazione, sull’immigrazione. Avevamo ragione noi su tutto, sulla Libia, sull’immigrazione e sulla Russia». Silvio Berlusconi comincia con un durissimo attacco a Palazzo Chigi la riunione dei gruppi parlamentari di Forza Italia. «Non possiamo consentire a Renzi di prendere il potere totale con il trenta per cento dei voti attraverso una legge che di fatto, con lo sbarramento al tre per cento, polverizza l’opposizione. Noi avevamo proposto l’elezione diretta, almeno chi vince è legittimato dal popolo e ci sarebbero solo due partiti. Non possiamo votare questa legge elettorale. Una legge che Renzi ha cambiato 17 volte».

La strategia di Silvio Berlusconi: il partito modello americano

«Noi siamo ancora qui e faremo il partito repubblicano sul modello americano: il partito dei moderati», ha poi annunciato Silvio Berlusconi. «Voglio rinnovare Forza Italia ma senza gettare nessuno al mare. Non è mai stato il mio modo di agire»- E poi: «Siamo un Paese a democrazia sospesa: siamo al terzo governo non eletto. Renzi è malato di bulimia di potere, con le sue riforme sta creando una piccola dittatura».

«Tornerò pienamente in campo quando mi restituiranno la piena dignità dopo quello a cui sono stato sottoposto. Solo io posso sapere quello che ho passato», ha aggiunto. «Andrò in televisione e farò comizi ma solo al chiuso perché all’aperto qualcuno può attentare alla mia vita».