Salvini contro Renzi: restituisca i soldi Mps. Alfano affittacamere di profughi

Salvini contro Alfano. Salvini contro Renzi. Un attacco dopo l’altro, anche nelle zone rosse. «Se è veramente un rottamatore restituisca tutti i quattrini, e sono milioni, incassati dai responsabili e corresponsabili del disastro di Mps, altrimenti sarà solo un chiacchierone». Durissimo l’attacco di Matteo Salvini – proprio davanti al centro direzionale di Mps a Siena – al presidente del Consiglio. «Chiediamo ai compagni del Pd, le cui casse sono piene, di restituire alcuni milioni di euro: sarebbe un bel gesto da parte di Renzi visto che uomini di Mps, responsabili di questo disastro».

Salvini contro Renzi alla sede del Monte Paschi

«Ci saranno altre assemblee e noi siamo pronti ad occupare le sedi del Monte dei Paschi a tutela degli azionisti e dei lavoratori che rischiano di rimetterci l’osso del collo per una sinistra incapace», ha aggiunto Salvini davanti al centro direzionale di Mps dove doveva tenersi l’assemblea del gruppo rinviata per mancanza del numero legale. «È soltanto l’inizio, l’avviso di sfratto».

Attacco ad Alfano: «Sei l’affittacamere di clandestini»

«Alfano sta facendo l’affittacamere per i clandestini». Lo ha detto il segretario della Lega Nord Matteo Salvini a margine di una manifestazione davanti al centro direzionale di Mps a Siena. «Sta cercando 6.500 posti letto per i clandestini: io pensavo di avere un ministro dell’Interno non un affittacamere di alberghi ad ore.  Chiedo ai governatori, ai sindaci, agli assessori e ai consiglieri della Lega di dire no, con ogni mezzo, a ogni nuovo arrivo. Come Lega siamo pronti a occupare ogni albergo, ostello, scuola o caserma destinati ai presunti profughi».

Se fosse al governo Salvini chiamerebbe «i comandi della Guardia costiera e della Marina militare e darei l’ordine alle navi di pattugliare le acque territoriali, soccorrere chi deve essere soccorso ma non far sbarcare assolutamente nessuno. Le forze navali italiane dovrebbero difendere i confini perché più immigrati partono più ne muoiono. Purtroppo abbiamo un governo complice», ha aggiunto ricordando che in pochi giorni «ne sono sbarcati settemila» e di questo passo «rischiamo di superare ogni record storico». Oltre a dover leggere notizie come quella «del morto dato in pasto agli squali».