Roma, arrestate quattro borseggiatrici rom. Avevano precedenti per furto

Avevano tutte precedenti per furto le quattro rom arrestate a Roma in una operazione anti-borseggio della polizia municipale realizzata, in collaborazione con il personale ispettivo dell’Atac, nelle linee della metropolitana Termini-Piramide e Termini-Ottaviano. Le nomadi, due maggiorenni e due minorenni, provenivano dai campi nomadi di Castel Romano e Aprilia. Una delle donne aveva una diffida a non avvicinarsi alle stazioni ferroviarie. Le minori sono state affidate a strutture di accoglienza.

I borseggi a Villa Borghese

E aveva precedenti specifici anche il tunisino di 48 anni che è stato arrestato a Villa Borghese dove, nascondendosi dietro i cespugli, derubava le coppiette, approfittando di un loro momento di distrazione. Agli accertamenti è risultato che l’uomo, che è stato trovato anche in possesso di una dose di stupefacenti, aveva appena finito di scontare una pena di 16 mesi. Al momento dell’arresto, però, si aggirava nel parco a caccia di nuovi malcapitati da derubare. A fermarlo sono stati i vigili in servizio anti-borseggio e anti-abusivismo commerciale, che sono entrati in azione quando lo hanno visto infilare le mani nella borsetta di una ragazza, approfittando delle effusioni con il fidanzato.